Sindacati: sciopero nelle banche il 31 ottobre

  ottobre 11, 2013  

Roma , 11 ott. Gli attivi unitari dei sindacati dei lavoratori bancari hanno formalmente ufficializzato oggi la proclamazione dello sciopero generale del settore per giovedì 31 ottobre. Una scelta dettata dalla decisione assunta dall'Abi lo scorso 16 settembre di disdettare unilateralmente il contratto nazionale e contro la quale i sindacati riuniti oggi a Roma (Dircredito, Fabi, Fiba Cisl, Fisac Cgil, Sinfub, Ugl Credito e Uilca) risponderanno con una intera giornata di mobilitazione il prossimo 31 ottobre. Una protesta che sarà accompagnata nei prossimi giorni da assemblee nei luoghi di lavoro, nonché dal blocco delle trattative in tutti i settori bancari, e che vivrà il 31 ottobre di presidi, manifestazioni e azioni di solidarietà nei confronti dei cittadini "perché la nostra è una scelta che vuole parlare all'intero paese e all'interesse generale", come ha spiegato il segretario generale della Fisac Cgil, Agostino Megale. Nel corso di una conferenza stampa, il leader della categoria dei lavoratori del credito della Cgil ha sottolineato come "il sindacato, tutti i sindacati del settore, rispondono alla disdetta unilaterale del contratto nazionale da parte dell'Abi, e in difesa del fondo di sostegno al reddito e all'occupazione, non solo con la proclamazione dello sciopero generale del 31 ottobre ma anche con il rilancio di una forte unità del sindacato e dei lavoratori. C'è una grande consapevolezza nel sindacato e tra i lavoratori - ha aggiunto - che difendere il contratto è per noi come difendere la Costituzione italiana e per questa ragione siamo in campo".(Segue)

articolo completo




 
 
Lascia un commento