Salvo Sottile: "Ecco perchè ho lasciato Mediaset"

  luglio 03, 2013  

Milano - Conduttore e inviato del Tg5, Salvo Sottile è ormai da qualche anno il giornalista che ci accompagna attraverso i retroscena più cruenti e inquietanti dei delitti più famosi e discussi. Il presentatore di 'Quarto Grado', però, ieri pomeriggio, proprio poche ore prima della presentazione ufficiale, a Milano , dei palinsesti Mediaset della prossima stagione, ha rassegnato le sue dimissioni da Mediaset. Del resto non è un segreto che Sottile sia rimasto deluso proprio da quegli stessi palinsesti che, ancora una volta, non gli avrebbero visto affidare alcun nuovo programma.
Ieri sera qualcuno, nei corridoi di Cologno Monzese, parlava di aspettative legate ad una nuova edizione di 'Matrix' su Canale5, per la quale però nei giorni scorsi sarebbe stato dato in arrivo Luca Telese, che a sua volta lascia La7.
E a conferma del fatto che l'addio di Sottile sia legato a promesse tradite e aspettative negate, arrivano ora le parole dello stesso giornalista, interpellato dal Corriere della Sera.
"Ho cominciato a Mediaset a 19 anni - ha spiegato Sottile al Corriere - sono cresciuto con Mentana al Tg5 e ho passato in questa azienda 21 anni. Sarei andato avanti per altri venti. Non me ne vado perché Mediaset ha scelto un altro conduttore per Matrix replica il giornalista la loro è una scelta legittima. Però certo mi hanno promesso tanti progetti in questi anni, poi me li hanno sfilati tutti. Evidentemente non sono strategico per Mediaset a cui interessava solo che io rifacessi Quarto grado. Io mi sono reso disponibile per rifarlo anche a settembre, per il quarto anno consecutivo, ma desideravo fare anche altro. Mi era stato promesso il Tg4 e poi niente. L'anno scorso ho saltato tutte le vacanze per testare il nuovo programma Quinta colonna a luglio e agosto. È andato bene, ma l'hanno dato a un altro conduttore; si era parlato anche di un nuovo progetto interessante Maggioranza assoluta, poi nulla di fatto neppure su quello. Mediaset ha alzato un muro. Fino a che, poco tempo fa, il direttore di Videonews mi ha fatto capire che se facevo troppe storie, non avrei fatto più neppure Quarto grado. Ci sono rimasto molto male e a quel punto ho maturato la decisione di andarmene e ho ritenuto esaurito il mio percorso a Mediaset. Se non rischio ora a 40 anni, quando lo faccio?".

articolo completo

Autore: Associata ogginotizie.it.cronaca


 
 
Lascia un commento